skip to content

#monitoraggiotreni

Monitoraggio treni sulle tratte di maggiore frequentazione 1- 8 dicembre 2018

Un forte e moderno servizio ferroviario è indispensabile per costruire un sistema dei trasporti efficiente nelle aree metropolitane. Tra l’altro c’è un’altra questione che dovrebbe far riflettere in un periodo difficile per tante famiglie, come la possibilità di ridurre i costi di spostamento utilizzando i mezzi collettivi, cosa che per tante persone può rappresentare una vera boccata di ossigeno, oltre che un miglioramento significativo della qualità della vita.
Ed è significativo constatare quanto stia crescendo l’organizzazione della rappresentanza dei pendolari, con comitati oggi diffusi in quasi tutte le Regioni italiane, che chiedono più treni, puntuali, nuovi, puliti. Dare risposta a questa domanda è quanto mai strategico per un Paese come l’Italia, e per questa nostra regione, la Sicilia.
La spiegazione delle difficoltà dello spostarsi in treno quotidianamente verso le principali città siciliane è semplice, basta guardare i dati sugli investimenti per il servizio, l’acquisto di materiale rotabile e le infrastrutture.

Ritardi, scontro fra Comitato Pendolari e Trenitalia


Il 40% dei treni veloci in Sicilia sono in ritardo secondo il Comitato pendolari ma per le Ferrovie non è così. Da una parte i dati del Comitato pendolari siciliani, che descrivono la poca puntualità dei convogli in questo primo bimestre del 2016, dall'altra Trenitalia che parla di "una precisione" dell'84,3%.
In questo primo bimestre del 2016 abbiamo monitorato le corse dei treni veloci sulla Palermo-Catania, sulla Palermo-Messina e sulla Messina-Catania-Siracusa, nel corso della trasmissione Ditelo a Rgs. Su 1661 treni, 994 sono risultati in orario e 667 in ritardo di oltre 5 minuti.
Abbiamo visionato solo treni "veloci", quelli che dal gennaio 2017 avranno un costo maggiorato del 5% e che sono spacciati per "veloci" quando fanno solo qualche fermata in meno. 
Insomma, siamo davvero molto lontani dagli standard del contratto di servizio previsti. Dati che Trenitalia giudica come “parziali” e non “completi”, replicando che nei primi 2 mesi del 2016, in Sicilia, sono stati l’84,3% i treni giunti a destinazione entro i 5 minuti dall’arrivo previsto in orario e sono state ridotte di oltre il 34% le cancellazioni e le interruzioni di corse per cause tecniche.  

Palermo-Messina Monitoraggio treni


Il nostro Comitato Pendolari Siciliani, nella giornata di oggi 19.01.2016 ha effettuato attività di monitoraggio di alcuni treni nelle fasce orarie di maggiore frequentazione in merito alla puntualità di arrivo come termine corsa presso la stazione di Messina Centrale che di seguito riportiamo:
R12750 S.Agata M.- Messina C.Le arrivato con un ritardo di 5 min.
R12752  S.Agata M.- Messina C.Le arrivato con un ritardo di 41 min.
RV 3839  Palermo C.LE. -Messina C.LE  arrivato con un ritardo di 17 min.
R 12754 S.Agata M.- Messina c.le arrivato con un ritardo di 50 min. 
Rv 3832 Palermo Messina arrivato con un ritardo di 32 min.
R 12784 S.Agata M. - Messina arrivato con un ritardo di 18 min.
Rv 3834 Palermo Messina arrivato con un anticipo di 1 min. 
Rv 3836 Paermo Messina arrivato  con un anticipo di 3 min.
R 12758 Palermo Messina arrivato con un ritardo di 75 min
R 12760 Palermo Messina arrivato con un ritardo di 104 min.

Condividi contenuti